AREA INDUSTRIALE DI ENNA, SIGLATA CONVENZIONE PER LA CONSEGNA IMPIANTO IDRICO E FOGNARIO DEL DITTAINO AL GESTORE UNICO ‘ACQUAENNA’

vasca sedimentazione depuratore dittaino enna

Come previsto dalla normativa l’impianto nel suo complesso sarà trasferito al Gestore del Servizio Idrico Integrato che si occuperà della gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria

 

ENNA. Firmata la convenzione che sancisce il trasferimento di gestione degli impianti idrici e fognari dell’agglomerato industriale di Dittaino ad Enna. Si tratta del secondo impianto di distribuzione delle acque potabili e della depurazione delle acque reflue in Sicilia che passa interamente alla gestione del Gestore del Servizio Idrico Integrato (il primo impianto di depurazione dell’ex Asi Carini è stato consegnato all’AMAP di Palermo lo scorso 23 gennaio che lo ha preso in carico dal 1 febbraio 2019).


Così come previsto dalla Convenzione di gestione sottoscritta lo scorso 13 marzo fra le parti, entro sei mesi e quindi entro settembre 2019 si procederà alla consegna definitiva dell’impianto integrato di Dittaino.  

infatti, la gestione e la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutte le opere idriche, depurative e fognarie (acque nere e miste), inerenti la zona industriale di Dittaino, in base alla convenzione stipulata dalle parti sarà affidata al Consorzio ATO n. 5 di Enna in liquidazione e alla Società ACQUAENNA S.C.p.A.

Il trasferimento è in linea con la normativa relativa alla concessione d’uso degli impianti di acquedotto, fognatura e depurazione, dai Consorzi per le Aree di Sviluppo Industriale ai gestori del Servizio Idrico Integrato, ex art. 172, comma 6 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, e s.m.i prevista dal Decreto Assessoriale prot. 130/Gab del 16/11/2018.  L’IRSAP ed il Consorzio ASI, ognuno per le proprie competenze, si sono impegnati a fornire al Gestore, tutti i progetti, documenti e autorizzazioni in possesso del Consorzio riguardanti i beni consegnati.

Il passaggio formale è avvenuto con atto notarile alla cui firma hanno partecipato l’Ing. Carmelo Viavattene, commissario liquidatore Asi Enna, l’Avv. Alloro Mario, in rappresentanza dell’IRSAP, Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive, l’Ing. Franz Bruno nella qualità di Presidente della Società ACQUAENNA S.C.p.A., in rappresentanza della medesima Società, e il Dott. Guarino Ferdinando, Commissario Straordinario e Liquidatore del Consorzio A.T.O. n. 5 Enna in liquidazione. L’impianto comprende complessivamente due depuratori del tipo “a fanghi attivi”, 55 km di condotta idrica, 3 serbatoi e 2 impianti di sollevamento per le acque reflue fognarie, nonché un collettore fognario e una rete di raccolta acque nere avente una lunghezza complessiva di m. 8.300 con diametro mm. 300. Questo passaggio permetterà al Comune di Valguarnera di servirsi del servizio di depurazione fino ad ora mancante.

L'impianto di depurazione nell’Area industriale di Dittaino pronto per funzionare è del tipo a “fanghi attivi”, con sedimentazione primaria e vasca di denitrificazione, ed è stato consegnato un ulteriore impianto di depurazione della stessa tipologia, mai entrato in funzione, del tipo a “fanghi attivi”. Questo impianto non è mai entrato in funzione, pertanto le opere elettromeccaniche esistenti dovranno essere verificate ed eventualmente sostituite, mentre le opere civili appaiono in buono stato di conservazione, ad eccezione di alcune parti degli intonaci esterni delle vasche che risultano essere ammalorati, con i ferri di armatura esposti. Anche l'intero impianto elettrico deve essere oggetto di revisione e aggiornamento, mentre necessita la realizzazione ex novo della linea fanghi, compresa la fase di stabilizzazione e del sistema di disidratazione meccanica degli stessi, nonché la realizzazione dei letti di essiccamento.