IRSAP, CDA NOMINA NUOVO VICE DIRETTORE GENERALE: E’ FRANCESCO GALLO, DIRIGENTE UFFICIO DI GELA

francesco gallo

Approvato in CdA l’accordo con il Comune di Catania per far partite i cantieri dei progetti di riqualificazione per l’area industriale catanese previsti dal Patto per lo sviluppo di Catania

Nominato anche il nuovo componente dell’OIV in sostituzione del componente dimissionario 

 COMUNICATO STAMPA

28 Giugno 2017

PALERMO. Nominato il neo Vice Direttore generale dell’IRSAP. E’ Francesco Gallo, dirigente di prima fascia dell’ufficio periferico di Gela che prende il posto dell’ex vice direttore generale, ingegnere Carmelo Viavattene.

In mancanza della nomina del Direttore Generale IRSAP, per evitare potenziali danni all’ente causati dall’attuale assenza della figura del vertice amministrativo-gestionale, l’Ente necessita della figura del Vice Direttore Generale, che il Consiglio di Amministrazione, riunito lo scorso 26 giugno ad Agrigento, ha individuato nel dottore Francesco Gallo, dirigente a tempo indeterminato di prima fascia, con mandato fino al prossimo 5 agosto 2017. Contestualmente il CdA ha nominato, in sostituzione del componente dimissionario, anche il componente di sesso femminile dell’Organismo Indipendente di Valutazione dell’IRSAP, Fabiola Cimbali, originaria di Bronte, ritenendola competente a norma di legge.

Il CdA, presieduto dal commissario straordinario IRSAP, Mariagrazia Brandara,  ha anche approvato con delibera l’accordo con il Comune di Catania per il conferimento delle funzioni di stazione appaltante e correlate disposizioni (ai sensi e per gli effetti dell'art. 15 della l. n. 241/90) per l'attuazione degli interventi finanziati con il Patto per lo sviluppo della Città di Catania siglato in data 30 aprile 2016 nella zona industriale di Pantano d'Arci.
“Secondo questo accordo l’Ente si fa carico della parte operativa ovvero della redazione dei progetti, la nomina del Rup (Responsabile unico del procedimento) e la direzione dei lavori, e il Comune di Catania, quale stazione appaltante di committenza e beneficiario del finanziamento dei fondi per il Patto di Catania, curerà le procedure di gare”, ha spiegato il commissario Brandara.I progetti riguardano la rete idrica potabile e industriale, impianti di pubblica illuminazione, telecontrollo e sicurezza, centro servizi integrato per le imprese (Caserma dei Carabinieri  - Area Operativa)  e Caserma dei Carabinieri – Area Logistica.