RAGUSA, DEGRADO ROTATORIA DI CONTRADA MUGNO: APPALTATI I LAVORI URGENTI PER IL RIPRISTINO

Rotatoria-contrada-Mugno-

I lavori della rotatoria saranno completati prima della stagione estiva

“Massimo impegno da parte dell’ex Asi di Ragusa in liquidazione per risolvere la vicenda e consegnare l’area che è di proprietà del Comune di Ragusa”

COMUNICATO STAMPA 

5 maggio 2017 

RAGUSA. Saranno ultimati prima dell’estate, entro il mese di maggio, i lavori urgenti per il ripristino della rotatoria in contrada Mugno nella zona industriale di Ragusa, avviati dall’ex Consorzio Asi di Ragusa in liquidazione in  oggetto di interesse della stampa per via della situazione di degrado in cui versava l’area. Ultimati i lavori l’area sarà consegnata all’ente comunale proprietario della rotatoria stessa.

“Lo scorso 7 aprile siamo arrivati ad un  accordo con il Comune di Ragusa perché assuma il regolare possesso della rotatoria, che è stata realizzata al Consorzio Asi di Ragusa, oggi in liquidazione, su finanziamento dell’ex Casmez (oggi Ministero delle Infrastrutture) ma che di fatto ricade su un’area del Comune – chiarisce il Commissario ad acta dell’Asi di Ragusa in liquidazione, Leonardo Migliore - . In passato, e nonostante gli accordi raggiunti, il Comune non ha assunto il possesso dell’area, - e continua -  oggi la condizione posta nel corso dell’incontro con l’assessore Corallo e il dirigente ingegnere Scarpulla è quella della realizzazione dei lavori di ripristino da parte del consorzio Asi in liquidazione dopo i quali la rotatoria sarà presa in consegna dal Comune di Ragusa”.

Dinnanzi a questa situazione, il Commissario ad acta dell’Asi di Ragusa in liquidazione, Leonardo Migliore, in risposta alle richieste del Comune di Ragusa ha garantito la pronta disponibilità all’avvio dei lavori, che regolarmente appaltati, erano stati sospesi dal 2012 a causa della mancata erogazione del finanziamento disposto, per il quale oggi c’è un contenzioso in atto con la ditta appaltatrice per la rescissione ope legis del contratto, di fatto non ulteriormente eseguibile.

“La vicenda era complessa e il mancato finanziamento ha determinato una situazione che l’ex Consorzio Asi di Ragusa in liquidazione ha provveduto a ripristinare nell’interesse dell’utenza - ha detto il commissario straordinario IRSAP Sicilia, Mariagrazia Brandara - per assicurare viabilità e sicurezza”