LAVORATORI PRECARI EX ASI IN LIQUIDAZIONE: APPELLO CONGIUNTO ALL’ARS DI IRSAP E SINDACATI PER RISOLVERE LA QUESTIONE DEL TRANSITO DEI PRECARI EX ASI ALL’IRSAP

“Chiediamo l’attenzione da parte dell’Assemblea regionale all'emendamento proposto e ad ora stralciato ed inserito nel collegato al disegno di legge di stabilità, perché sia oggetto di discussione ed approvazione nella seduta odierna”

Il commissario IRSAP Sicilia, Mariagrazia Brandara: “Massima volontà da parte dell’Assessorato Attività produttive e dalla governance dell’Ente di trovare una soluzione per la ricollocazione di questi lavoratori precari”

 

 

COMUNICATO STAMPA
28 Aprile 2017

PALERMO. Un appello congiunto sottoscritto da IRSAP e Sindacati all’Assemblea regionale siciliana affinché voti l’emendamento al ddl 1276/A, ad oggi in discussione in Assemblea, modificativo dell'articolo 19 della legge regionale n. 8/2012 istitutiva dell'Irsap, l'ente regionale che si è sostituito ai consorzi ASI nella gestione degli agglomerati industriali, per risolvere l’annosa questione dei lavoratori precari ex Asi in liquidazione e dei pensionati.

Nel documento sottoscritto dal commissario straordinario IRSAP, Mariagrazia Brandara, prima firmataria e  dai rappresentanti delle sigle sindacali Sadirs Sicilia, Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas, Ugl, si chiede al Presidente Ardizzone e ai deputati, “di prestare la massima attenzione all'emendamento proposto, che allo stato, risulta essere stato stralciato ed inserito nel c.d. collegato al disegno di legge di stabilità all’esame dell’Assemblea valutando contestualmente la possibilità di farne oggetto di discussione ed approvazione nella seduta odierna”.

 “L'emendamento in esame ha lo scopo pratico di includere, tra i soggetti che sarebbero transitati all'Irsap a seguito dell'approvazione della relativa pianta organica, anche i cosiddetti precari  – come si legge nel documento congiunto sottoscritto oggi da IRSAP e sindacati  -. La versione attuale dell'articolo 19 della legge regionale n. 8/2012, infatti, consente il transito del personale di provenienza consortile all'Irsap subordinatamente alla condizione che detto personale sia stato assunto, a seguito di concorso, o comunque in applicazione di legge, entro il 31 dicembre 2008. Nel corso della discussione del precedente disegno di legge 1133-1155 stralcio I dell'anno precedente, il Governo regionale aveva predisposto un emendamento (distinto con estremi 23.3) che, in maniera più generalizzata, consentiva il transito all'Irsap anche al personale a tempo determinato. Su decisione del presidente della commissione bilancio, è stato chiesto un parere alla commissione Lavoro, che aveva espresso parere favorevole – e di legge ancora -.  Il presente emendamento con maggiore precisione indica espressamente i bacini di lavoratori interessati al transito all'Irsap, ovvero, oltre ai soggetti che siano stati assunti a tempo indeterminato, alla data di approvazione della legge in discussione, purché in applicazione di legge, anche il personale assunto a tempo determinato, entro il 31 dicembre 2008, che abbia ininterrottamente mantenuto il proprio rapporto di lavoro, e che transita all'Irsap per la prosecuzione del residuo rapporto di lavoro instaurato con gli enti consortili di provenienza”.

“L’approvazione di questo emendamento non comporta ulteriore onere finanziario, trattandosi di personale (circa 90 lavoratori ex Asi ed Eas) che svolgeva già la propria attività lavorativa presso i consorzi ASI oggi sostituiti dagli Uffici periferici dell’Irsap,  beneficiari di contributi regionali- dice il Commissario straordinario IRSAP Sicilia, Mariagrazia Brandara -  ma di fatto consentirebbe il transito all’Irsap di questi lavoratori precari, garantendo così omogeneità di trattamento e sanando di fatto una situazione che lavoratori e sindacati con loro attendono di risolvere da lungo tempo”.

 

IRSAP  emendamento1